VENEZIA - LA COMISANA ILENIA MODICA SUL " RED CARPET " PER IL " CAMPARI MOVIE CONTEST "

14-09-2022 17:35 -

CAMPARI MOVIE CONTEST: ANCHE A COMISO GIOVANI TALENTI

I giovani sono una grande risorsa per ogni comune grande e piccolo d’Italia: spesso, purtroppo, li abbiamo visti costretti ad emigrare per potersi affermare professionalmente o solo per riscattarsi socialmente, trovare un lavoro, formarsi una famiglia, poterla mantenere. Molti ragazzi di Comiso infatti, finiti gli studi, li troviamo cittadini del mondo a contribuire, con la professionalità acquisita in Italia, allo sviluppo di Paesi, che non hanno investito un solo Euro sulla loro formazione. Ma non tutti i giovani vivono questo destino “strano”: alcuni, caparbiamente, restano attaccati allo scoglio, legati testardamente al focolare domestico ( mi perdonerà il nostro Verga se ho interpretato positivamente la riflessione fatta nella novella “Fantasticheria “ quando scrive “Dell’ideale dell’ostrica”). Ci sono ragazzi che restano in Sicilia e cercano, partendo dalla propria terra, le opportunità per crearsi quello che noi genitori del Sud chiamiamo “IL FUTURO”.

È il caso della giovane comisana Ilenia Modica, una ragazza brillante da sempre che, dopo aver conseguito, con voti eccellenti, il diploma nel vecchio Istituto Statale d’Arte “S. Fiume” e aver raggiunto il traguardo della laurea in Architettura, ad Enna, ora sta realizzando i suoi sogni professionali e artistici attraverso le competenze acquisite nelle Istituzioni scolastiche siciliane. Figlia d’arte, Ilenia Modica ha saputo interpretare quasi magicamente il nativo estro artistico in cui ha creduto, da bambina in maniera timida, oggi con un impeto che l’ha portata a mettersi in gioco in un concorso organizzato dalla “Campari Movie Contest, a Venezia, durante la 79° Mostra del Cinema, e a vincerlo con quella passione che solo le terre siciliane possono dare.

Il concorso richiedeva, ai concorrenti, di girare un video di massimo 1 minuto e in cui si raccontasse, testuali parole: “La passione che muove il tuo istinto creativo”. Al vincitore del concorso, scelto da una giuria di qualità, venivano offerti:

Un biglietto di accesso alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, valido per due persone;

Un invito alla sfilata del Red Carpet e l’ammissione a proiezioni esclusive in anteprima;

Un soggiorno per due persone in un albergo a quattro stelle, nella più bella città del mondo.

Ilenia, viste le richieste del programma, ha preparato il suo minuto di video facendo confluire, attraverso il cuore e le mani, le passioni del disegno e della fotografia. Il disegno fa parte della sua formazione scolastica, legata al “Fiume”, la fotografia imparata da autodidatta e trasformata in un vero e proprio amore coltivato come fosse un oggetto magico.

Bellissimo il minuto di video preparato e montato dalla Nostra. Uno sfondo rosso su cui Ilenia ha disegnato usando prevalentemente il colore bianco: passione e innocenza che si sposano in una commistione originalissima. Attraverso questi due colori è stata data forma, in un mix unico, all’idea creativa e artistica che ha aperto, solo per un attimo, al mondo ideale e di bellezza della nostra giovane creativa. Significativo l’attacco del video con delle immagini in movimento: due gambe, una bottiglia di Campari, un bicchiere di cristallo, una macchina fotografica, dei pennelli caduti a casaccio che si compongono all’improvviso come se fossero una foto.

L’idea è stata apprezzata dalla giuria di qualità ( composta da Paola Di Benedetto, Nilufar Addati, Daniela Collu e Ludovica Frasca) ed è stata premiata come definito sopra.

Ilenia, oltre a partecipare alla cena al Campari Lodge, ha presieduto alla cerimonia di premiazione del leone d’oro alla carriera di Paul Schrader e alla proiezione, in prima visione, del suo film “Master Gardener”. Ha sfilato, infine, sul Red Carpet insieme ai protagonisti del cinema mondiale: in questa significativa occasione ha indossato un bellissimo abito dello stilista ragusano Fabrizio Minardo e indossato gioielli forniti dal “ Concept Store “ di Comiso:

“Ho vissuto tutto come una sorta di film, di cui stavolta ero io protagonista: diciamo che è un po’ difficile esprimere cosa si prova in quei momenti, si è catapultati in un altro mondo, con riflettori puntati, e personaggi famosi. Un’emozione unica”.

Un’emozione unica anche per Comiso che augura a questa giovane creativa fortuna.

Antonio Paludi