MODICA - TATO CAVALLINO: CHIESTA LA MEDIAZIONE DEL PREFETTO PER I LAVORATORI DELLA DITTA PUCCIA

19-12-2015 07:59 -

Chiesta la mediazione di Sua Eccellenza il Prefetto per chiarire la vicenda dei dipendenti della ditta Puccia di Modica in attesa delle spettanze arretrate e della tredicesima.
Una chiarificazione tra le parti attraverso la mediazione di Sua Eccellenza il Prefetto. E’ la richiesta che ho inoltrato alla Prefettura di Ragusa riguardo la situazione dei 104 dipendenti della ditta Puccia, l’impresa ecologica che gestisce il servizio di raccolta rifiuti a Modica, che devono percepire gli arretrati e la tredicesima mensilità. Considerato che proprio ieri sera si era riusciti ad ottenere un confronto tra il Comune e l’impresa e constatato che il Sindaco ha disposto un mandato di 220 mila euro, ma che sembrano non sufficienti al saldo del dovuto. Dal canto suo la ditta non è disponibile a pagare tutto l’arretrato ma ad erogare solo la parte restante dell’acconto relativo al mese di settembre. Un tira e molla che non può essere accettato considerati i gravi disagi e l’incertezza dei dipendenti e delle loro famiglie. Per questo motivo ho chiesto l’intervento di Sua Eccellenza il Prefetto affinchè si chiariscano come stanno le cose e si possa giungere in brevissimo tempo, prima delle festività natalizie, a far percepire il dovuto.
Il consigliere comunale
Tato Cavallino