MODICA - DICHIARAZIONE DI GIOVANNI AVOLA E DI MODICA SALVATORE TERRANOVA ( CGIL ):“ ENNESIMA SPOLIAZIONE DELL’OSPEDALE MAGGIORE DI MODICA “

23-12-2015 10:51 -

DICHIARAZIONE DEL SEGRETARIO GENERALE DELLA CGIL DI RAGUSA GIOVANNI AVOLA E DEL SEGRETARIO DELLA CDL DI MODICA SALVATORE TERRANOVA SULLA SANITA´:

“ ENNESIMA SPOLIAZIONE DELL’OSPEDALE MAGGIORE DI MODICA “

“ Continua incessante ed inarrestabile lo smantellamento e la riduzione di servizi e prestazioni all’Ospedale Maggiore di Modica con il silenzio totale delle istituzioni cittadine e comprensoriali.
La direzione generale dell’Asp di Ragusa ha infatti disposto il trasferimento delle apparecchiature di Biologia Molecolare dall’Ospedale di Modica al Civile di Ragusa.
La sezione di biologia molecolare del laboratorio analisi di Modica opera da oltre 25 anni e garantisce un servizio efficiente e di qualità a tutta la provincia, a Rosolini, Pachino …..
In particolare consente di eseguire esami delicatissimi quali: la tipicizzazione genomica dell’HCV (virus dell’epatite C), lo screening dell’HPV (papilloma virus) e le cause di infezioni vaginali, meningite, gastrointestinali e delle vie respiratorie, l´HIV ( immunodeficienza acquisita / AIDS ).
Perché questo trasferimento? Non certo per centralizzare il servizio: una centralizzazione e un´ottimizzazione di tale servizio potrebbe giustificarsi in futuro con l’apertura del Monoblocco “ Giovanni Paolo II “ ma non ora presso il Civile i cui locali, sul terreno dell’idoneità, lasciano molto a desiderare.
Dunque una scelta inspiegabile, ingiustificabile che non tiene conto né dei bisogni dell’utenza né della razionalizzazione dei servizi ospedalieri ma che, come è avvenuto per la rimodulazione della rete ospedaliera, risponde a logiche spartitorie e di equilibri territoriali, le stesse logiche che consentono di foraggiare la sanità privata e la esternalizzazione dei servizi, con sprechi di danaro pubblico e scarsa qualità.
Sulla biologia molecolare la Cgil ha, comunque richiesto alla Commissione Sanità dell´ARS apposita audizione al fine di bloccarne il trasferimento.”

Ragusa, 23 Dicembre 2015

L´ufficio stampa