RAGUSA - " LA CITTA´ DI TUTTI ": INIZIATIVA PER CREARE DUE SCIVOLI PER DISABILI

20-01-2016 17:52 -

“La citta’ di tutti”
IL COMUNE ABBRACCIA IL PROGETTO DI REALIZZAZIONE DI 2 SCIVOLI PER DISABILI ABBATTENDO LA BUROCRAZIA

Si è svolta nella sala giunta del Comune di Ragusa la conferenza stampa per la presentazione del progetto "La città per tutti", un´iniziativa tesa all´abbattimento delle barriere architettoniche in città. Presenti l´assessore ai servizi sociali Salvatore Martorana il presidente del Consiglio Comunale Giovanni Iacono , il presidente della Cooperativa "Esistere" Giovanni Brafa ed i presidenti e membri dei club services Rotary, Soroptmist e Lions che hanno condiviso il progetto. A breve saranno realizzati 2 scivoli per disabili grazie all’interessamento di Giovanni Brafa che con la raccolta dei tappi di plastica è riuscito a coinvolgere un’azienda di riciclo del ragusano la quale ha ricambiato con un contributo di 1000 euro per circa 3500 kg di tappi. “Prendo questa operazione- ha detto l’assessore Martorana – da un lato come monito , un rimprovero nei confronti della pubblica Amministrazione da parte di chi si è occupato del progetto e dall’altro come una indicazione per gli amministratori per essere sempre più pronti e veloci nel far si che tutte le barriere architettoniche vengano abolite. Abbiamo cercato di snellire la burocrazia che spesso frena tanti iter abbattendo le spese per i vari documenti di autorizzazione altrimenti richieste dall’Ente. “ Per il presidente del Consiglio Giovanni Iacono questa rappresenta una microiniziativa che possiede una valenza enorme. “Un progetto mentale- ha detto Iacono- che mi accomuna con Giovanni Brafa il cui sodalizio ci unisce da anni. Dico grazie a chi sta contribuendo a questo, attraverso un lavoro di raccolta di tappi orientato verso il bene comune. Quello che si vuole realizzare è un progetto grande con 150 progetti di abbattimento delle barriere architettoniche. Bene ha fatto l’Amministrazione, nella persona dell’assessore Martorana e tutti i soggetti in campo perché ci sia uno sviluppo di comunità e perché le barriere siano finalmente eliminate. L’intento è quello di togliere le barriere non solo fisiche ma anche culturali affinchè l’inclusione in questa città venga garantita” . Brafa ha ricordato che solo un anno fa si è costituita questa associazione, “Oltre l’ostacolo”, che ha condiviso questo progetto nuovo e rivoluzionario. “Abbiamo pensato- ha detto Brafa – che se non siamo noi stessi che viviamo un problema ad attivarci per arginarlo , i tempi diventano più lunghi. Una delle cose che abbiamo proposto è la realizzazione di scivoli. Ai tecnici voglio rimproverare la realizzazione di scivoli in città non certo in regola. A volte sono molto pericolosi. Noi abbiamo elaborato due scivoli , che nasceranno vicino l’INPS e la caserma dei Carabinieri, in collaborazione con l’ufficio tecnico del Comune con l’architetto Di Martino che sarà il responsabile e con gli architetti Arestia e Nicastro che elaboreranno gratuitamente il progetto. Noi cureremo l’opera . Abbiamo incaricato già la ditta e noi stessi vigileremo affinchè la realizzazione sia fatta in conformità alle nostre esigenze di disabilità.”
Uno spazio pubblicitario per sei mesi, inoltre, sarà dedicato alla ditta che contribuirà alla realizzazione dello scivolo e il Comune poi potrà vendersi questo spazio per la realizzazione di altri scivoli. L’area del centro storico in cui saranno realizzati 150 scivoli comprende un percorso che parte dal bar Sicilia, prosegue per la piazza dell’Ospedale, l’INPS, piazza Cappuccini e ritorna per altre vie del Centro Storico. I club services che hanno abbracciato questo progetto si sono impegnati a migliorare la qualità della vita e a riconoscere la dignità di queste persone con handicap , come ha sottolineato la dottoressa Ragusa, presidente del Rotary. Anche il Lions , con il suo presidente Saro Tumino ha ribadito la volontà di crescere dal punto di vista etico e morale. Per Anna Criscione del Soroptmist questo progetto deve servire da stimolo per l’Amministrazione Comunale per altre attività di interesse comune e sociale. Ricordiamo che le due scivolette saranno pronte entro il mese di febbraio e saranno fornite di mattonelle Loges per i non vedenti e saranno realizzate in materiale calcareo duro. L’assessore Martorana ha ribadito che niente impedisce all’Amministrazione di mettere nel bilancio di quest’anno fondi destinati all’abbattimento delle barriere architettoniche poiché la valenza del progetto rientra in altre motivazioni anch’esse utili come il riciclo e la vivibilità del Centro Storico per tutti i cittadini. La delibera del progetto “La città per tutti” porta la data del 2 settembre 2015.
Giovannella Galliano