RAGUSA - ESTRADATO CITTADINO RUMENO CONDANNATO PER TRUFFA

07-03-2015 09:48 -

Nella giornata del 06.03.2015, i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Ragusa, hanno proceduto all´estradizione del cittadino rumeno MIRON Jenica, di anni 48, che nel suo paese deve scontare una condanna a 12 anni di reclusione per il reato di associazione per delinquere finalizzata alla truffa, inflittagli dal Tribunale di Galati in Romania, nell´anno 2009.

Proprio nell´anno 2009 ha inizio la vicenda quando, a seguito della condanna divenuta irrevocabile, le autorità della Romania emettono un Mandato d´Arresto Europeo a carico del MIRON Jenica che, rintracciato a Ragusa, viene arrestato e tradotto in carcere in attesa di estradizione. Lo stesso, però, presenta ricorso alla Corte d´Appello di Catania contro tale provvedimento, sostenendo che nel processo celebrato a suo carico in Romania, non erano state rispettate le garanzie difensive, poiché non gli era stato notificato alcun atto processuale. La Corte d´Appello però riteneva infondato il ricorso sostenendo che il processo si era regolarmente svolto, secondo le norme previste in caso di irreperibilità dell´imputato e che erano stati garantiti i principi di legge fondamentali previsti anche dall´ordinamento Italiano. Anche contro tale provvedimento il MIRON Jenica, che nel frattempo veniva scarcerato, presentata ricorso stavolta alla Suprema Corte di Cassazione che, però, si pronunciava rigettando definitivamente anche l´ultimo ricorso, rendendo in tal modo irrevocabile la pronuncia della Corte d´Appello di Catania, che quindi ordinava la consegnava del suddetto alle Autorità delle Romania. Per tale motivo il MIRON Jenica, da parte di militari dell´Arma, veniva accompagnato fino al posto di frontiera dell´aeroporto di Roma Fiumicino, ove ad attenderlo vi erano due funzionari della Polizia Rumena, ai quali veniva consegnato per essere condotto nel loro paese a scontare la sua pena.