MESSINA - AL TEATRO " VITTORIO EMANUELE " CONFERENZA DI PRESENTAZIONE DI " MADRETERRA " DEL CORO GOVANILE SICILIANO

22-02-2016 17:03 -

MADRETERRA
L’esordio discografico del Coro Giovanile Siciliano
diretto dal M°Giovanni Mirabile
Giovedì 25 febbraio, presso il teatro " Vittorio Emanuele " ( Sala Sinopoli ), alle 17,15 conferenza di presentazione.

Il Coro Giovanile Siciliano, diretto dal M° Giovanni Mirabile, a Ottobre ha rappresentato la Sicilia presso EXPO 2015, con una serie di concerti presso il padiglione Italia.
Oggi debutta con un inedito progetto discografico, dal titolo Madreterra. L’album – dedicato alla memoria del M°Eugenio Arena, fondatore dell’ARS CORI e suo primo presidente – documenta il lavoro svolto durante il primo anno di attività del coro.
La cover è stata realizzata ad hoc dall’artista barcellonese Marco Giorgianni in stile fumettistico e rappresenta la Sicilia vista dal suo fondale, poggiata sui tre pilastri della leggenda di Colapesce. Una Sicilia “prima del mito” in cui la natura, rappresentata dai pesce spada, si fa archetipo di bellezza.
I primi brani dell’album, composto da tredici tracce, sono dedicati alla celebrazione dell’anima popolare dell´isola, seppure filtrata attraverso arrangiamenti di autori contemporanei. Tra questi sono da menzionare: E si fussi pisci - elaborato dal grande compositore e intellettuale Luciano Berio: il brano fu dedicato a Umberto Eco, un altro grande intellettuale italiano scomparso di recente; Trittico siciliano, selezione di tre brani dal Corpus di musiche popolari siciliane di Alberto Favara, elaborati dal M°Eugenio Arena. La seconda parte del cd contiene altri brani scritti da siciliani, tra i quali l’Ave Maria di Eliodoro Sollima, una trascrizione inedita de L´ombra della luce di Franco Battiato curata dal M°Giovanni Mirabile, e Madreterra, l’inno della Regione Siciliana composto da Vincenzo Spampinato.
Integrano il CD brani adatti a una compagine giovanile, come la famosissima Can´t help falling in you, una versione molto originale di “Segnali caotici”, canzone de “I Nomadi”, realizzata appositamente per il CGS dal giovane compositore Alessio Contorni.
I brani sono per lo più eseguiti “a cappella” – sole voci - ma ve ne sono anche con accompagnamento pianistico; alcuni sono arricchiti da solisti, scelti in base alle caratteristiche vocali dei ragazzi, cercando di valorizzarne al meglio le peculiarità.
Madreterra rappresenta per il Coro Giovanile Siciliano un punto di arrivo che vuole trasformarsi in un nuovo inizio. Nelle intenzioni del M° Mirabile vi è la prosecuzione di questo progetto, con l´intento di contribuire – attraverso la musica corale – alla valorizzazione dell’arte e della cultura siciliana, proiettandola in un contesto non solo regionale, incoraggiando scambi con altre realtà nazionali e compositori contemporanei.

Il Coro Giovanile Siciliano nasce nel mese di Dicembre 2014, per volontà del Consiglio Direttivo dell´ ARS Cori (Associazione Regionale Cori Siciliani) in seguito a un bando di EXPO 2015, dove ad ogni regione veniva chiesto di indicare un gruppo giovanile - già esistente o, come in questo caso, formato per l´occasione - che rappresentasse la coralità regionale con una serie di concerti presso il padiglione Italia. La direzione, assegnata su selezione tramite bando, è stata affidata al M°Giovanni Mirabile, per le sue indubbie capacità ed esperienze con cori giovanili in Sicilia e presso l´Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma. Tramite audizioni, sono stati selezionati i trenta coristi provenienti dalle varie realtà corali delle diverse province.
Le finalità iniziali sono state poi estese dal direttivo, che ha affidato al CGS scopi di rappresentanza durante l’Assemblea Nazionale FENIARCO (Federazione Nazionale Italiana Associazioni Regionali Corali), svoltasi lo scorso Ottobre, e in altri concerti e manifestazioni, come il Festival InCanto Mediterraneo di Milazzo o la rassegna Voci dal mondo di Augusta. Il M° Mirabile – attraverso una oculata scelta del repertorio – ha inteso valorizzare autori e repertori siciliani, stimolando trascrizioni e composizioni realizzate appositamente; incoraggiati dai risultati ottenuti, i ragazzi e il maestro si augurano di poter continuare il percorso intrapreso.