VITTORIA - DENUNCIATI PER PASCOLO ABUSIVO TRE GELESI PREGIUDICATI: FACEVANO PASCOLARE GLI ANIMALI NELLE CONTRADE FOSSA DI LUPO, BONINCONTRO E RINAZZI

11-03-2015 10:07 -

VITTORIA. SERVIZIO STRAORDINARIO DI CONTRASTO AL PASCOLO ABUSIVO: DENUNCIATI ALTRI 3 PREGIUDICATI.


I Carabinieri della Compagnia di Vittoria, nell´ambito dell´attività di contrasto al pascolo abusivo e all´abbandono di ovini e bovini, e proseguendo mirati servizi che, qualche giorno fa, avevano consentito di denunciare a piede libero due tortoriciani e un gelese, hanno deferito in stato di libertà, nella mattinata odierna, altre tre persone. Si tratta di C.O., 35enne, P.F., 69enne, e C.G., 60enne, allevatori originari di Gela e tutti e tre pregiudicati per reati specifici.
In particolare, grazie ai mirati controlli nel territorio del Comune di Vittoria e nelle sue numerose contrade di campagna, i militari della Stazione di Vittoria hanno sorpreso i primi due mentre facevano pascolare abusivamente circa 500 ovini all´interno di terreni di aziende agricole site in C.da Fossa di Lupo s.n.c. e C.da Bonincontro s.n.c., causando danneggiamenti alle colture. Grazie al proditorio intervento dei Carabinieri, la situazione è subito rientrata nella normalità e, in tal modo, si è evitato che i danni fossero più estesi e più gravi. I due gelesi sono stati così denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ragusa per danneggiamento aggravato e per pascolo abusivo. Durante il medesimo servizio, esteso a tutto il territorio della giurisdizione della Compagnia di Vittoria, i militari della Stazione ipparina hanno deferito in stato di libertà anche un altro allevatore gelese per aver fatto pascolare abusivamente circa 400 pecore all´interno di una proprietà agricola in C.da Rinazzi s.n.c..
Il problema del pascolo abusivo e soprattutto dei conseguenti danni alle colture e alle foreste demaniali che gli animali provocano, è fortemente avvertito dai cittadini della zona e comporta altresì, specie per quello che riguarda i bovini, anche evidenti pericoli connessi con i sinistri stradali: in tal senso l´attività preventiva e repressiva dell´Arma proseguirà anche nei prossimi giorni con mirati servizi in tutto il territorio di competenza.