COMISO- PALAZZETTO DELLO SPORT DI VIA ROMA: DISTRUTTO DUE VOLTE E LA POLITICA NON OFFRE SOLUZIONI !

10-03-2016 15:23 -

Sono trascorsi ormai diversi anni, da quando, tra la fine degli anni ´90 e gli inizi del 2000, durante l´amministrazione Digiacomo, si provvide a edificare un colossale palazzetto dello sport sopra il cimitero di Comiso, in fondo alla via Roma. L´edificio circolare, una specie di Colosseo coperto, doveva rappresentare il fiore all´occhiello della giunta Digiacomo, un palazzetto dello Sport ( palazzetto è certamente un termine riduttivo, date le dimensioni dell´edificio ): era caratterizzato da una ardita copertura in legno, che insisteva con la sua cupola sull´edificio in cemento.
Un bel tardo pomeriggio di primavera inoltrata la copertura prese fuoco: travi e centine in legno finirono in fumo in pochi minuti, di fronte allo sguardo attonito di tutta la città.
La nuova giunta ( sempre retta da Digiacomo ) promise che , nel giro di poco tempo,l´edificio dsarebbe stato ricostruito, più bello e smagliante di prima. Soldi a profusione, massimo impegno e la copertura del palazzetto venne rifatta.
Passò poco tempo e nuovamente le fiamme hanno avvolto e distrutto l´edificio, che giace ora là, ferita bruciacchiata nello skyline della città.
Nessuna spiegazione e nessuN colpevole per la prima volta, come nessuna spiegazione e nessuN colpevole ci sono stati per la seconda volta.
E intanto topi e animali vari trovano ricettacolo in un rudere posto a pochi metri da un complesso scolastico e dal cimitero della città.
Che fare? I politici non sanno che pesci pigliare, l´ecomostro distrutto sta là a deturpare il paesaggio e i cittadini protestano sul web, postando foto e commenti impietosi!
Girolamo Piparo