COMISO - L´OPPOSIZIONE CONSILIARE INSORGE COMPATTA CONTRO LA GIUNTA SPADARO SUL RAPPORTO TRA ETICA E POLITICA

18-03-2016 19:15 -

Tutta l´opposizione, formata da tutti e 8 i consiglieri comunali della minoranza, ha convocato una conferenza stampa, oggi pomeriggio, per stigmatizzare l´operato dell´amministrazione Spadaro, che, a detta degli esponenti di Forza Italia, averebbe creato un " vulnus " nell´azione amministrativa, con l´avvicendammento di un consigliere ( Marco Salafia sostituito da Pina Romano ) e con le dimissioni di un consigliere di circoscrizione di Pedalino ( Silvana Tuvè, eletta nelle liste del PDL, che ha abbandonato ), nominata nel CdA della Soaco, la società che gestisce l´aeroporto di Comiso.
E´ stato Dante Di Trapani, in qualità di capogruppo, a illustrare i termini della conferenza- stampa,convocata per fare conoscere all´opinione pubblica il fatto che il consigliere Salafia si è dimesso dalla carica per assumere un posto a tempo indeterminato ( ad Acate, in qualità di sorvegliante ) presso la ditta Busso, la ditta che rappresenta il maggiore fornitore di servizi per il Comune di Comiso, visto che espleta l´incarico della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti urbani.
Il secondo aspetto, che inquina, a detta di Di Trapani, il rapporto tra etica e politica, è dato dalla ormai nota vicenda dell´ex consigliere di circoscrizione di Pedalino, Silvana Tuvè, al centro di una polemica virulenta, che anima da diversi giorni il web, dopo la denuncia pesante del dott. Nunzio Sardo, laureato in Economia alla Luiss e attualmente a Boston per un master. Il dott. Sardo aveva messo in discussione le competenze aeronautiche e di gestione aeroportuale dell´ ex consigliere Tuvè, cosa - sempre secondo Sardo - di sicuro nocumento per il futuro dell´aeroporto di Comiso.
Questo fenomeno, per Dante Di Trapani, rischia di rappresentare la punta di un iceberg, motivo per cui Di Trapani lancia una sfida, chiedendo che venga assicurato, da parte degli amministratori, il fatto che non ci siano parenti o affini di consiglieri o di assessori assunti presso cooperative o imprese legate al Comune.
L´on. Giorgio Assenza ha ribadito il fatto che, senza adeguate competenze gestionali, la Soaco rischia di dovere portare i libri contabili in tribunale: il pareggio di bilancio dell´aeroporto, previsto per il 2017, è stato spostato al 2019, mentre si parla di un ulteriore indebitamento della Soaco per 2 o 3 milioni di euro, a fronte di una riduzione dei voli e di rotte soppresse.
La illegittimità della nomina della Tuvè nel Cda di Soaco è stata evidenziata dall´ex sindaco Giuseppe Alfano, in virtù del d.l. 39/2013, che prevede l´incompatibilità tra incarichi in società pubbliche e lo svolgimento di ruoli istituzionali negli ultimi 2 anni. Per di più, sottolinea l´avv. Alfano, lo stesso codice etico, voluto dall´amministrazione comunale, impedisce una nomina siffatta.
Dalla conferenza - stampa la polemica adesso tende a spostarsi nelle piazze e nell´aula consiliare, visto che tutti i consiglieri dell´opposizione hanno manifestato la loro ferma volontà a battersi per l´eticità della politica comisana.