MODICA - IL CAPITANO CETOLA E IL MARESCIALLO RAIMONDO ACCOLGONO GLI ALUNNI DELL´ISTITUTO " POIDOMANI "

24-03-2015 09:25 -


Modica (RG): gli alunni dell´ Istituto comprensivo "Poidomani" visitano la caserma dei Carabinieri.


Prosegue il progetto "Cultura della legalità", come ogni anno proposto dall´Arma dei Carabinieri a tutti gli istituti scolastici della giurisdizione. Nei giorni scorsi a fare visita alla sede della Compagnia Carabinieri di Modica sono stati gli alunni dell´ Istituto comprensivo "Poidomani".
Circa 60 alunni, delle 5^ elementari dell´ Istituto comprensivo "Poidomani", accompagnati dalle proprie insegnanti, hanno fatto visita alla Caserma dei Carabinieri di Modica ove ad accoglierli hanno trovato il Comandante della Compagnia di Modica, Capitano Edoardo Cetola, ed il Maresciallo Capo Salvatore Raimondo del Comando Stazione di Modica, i quali hanno illustrato preliminarmente i compiti dell´Arma dei Carabinieri e, nello specifico, le funzioni svolte nella quotidianità dal Carabiniere, impegnato giorno e notte nel servizio di vigilanza e protezione della cittadinanza. Nel corso della mattinata, gli alunni hanno potuto visitare tutti i reparti insistenti nella Compagnia Carabinieri.
Per cominciare sono stati illustrati gli uffici della Stazione Carabinieri, aperta 24 ore su 24, e sempre a disposizione del cittadino, successivamente le camere di sicurezza della caserma, dove vengono trattenuti i soggetti arrestati e fermati in attesa della convalida.
Quindi la visita è proseguita con la Centrale Operativa che, quotidianamente, riceve le richieste di intervento del cittadino e coordina le pattuglie sul territorio.
In particolare, sono stati illustrati gli apparati radio con i quali avvengono le comunicazioni tra la Centrale Operativa e le pattuglie in servizio.
Naturalmente il tema centrale della visita è stato il rispetto della legalità, infatti, nel corso della mattinata, sono stati affrontati diversi aspetti sull´argomento, dal bullismo al rispetto delle regole già da piccoli.
Molto interesse negli alunni è stato suscitato dal Nucleo Operativo dove, i militari specializzati nei rilievi scientifici, hanno prima mostrato gli strumenti a disposizione e, successivamente, hanno effettuato una dimostrazione di come vengono rilevate le impronte digitali facendolo anche provare ai bambini.
Infine, gli alunni si sono spostati nel cortile della caserma dove ad attenderli c´erano i Carabinieri dell´Aliquota Radiomobile che, nel dettaglio, hanno mostrato gli automezzi in dotazione e simulato i controlli con l´etilometro.