RAGUSA - " FRATELLI D´ITALIA" DENUNCIA IL CATTIVO STATO DELLE VIE CENTRALI, DA CORSO SICILIA A VIA ARCHIMEDE

30-03-2015 14:54 -


Le situazione delle strade di Ragusa continua a peggiorare giorno dopo giorno e percorrere le arterie della nostra città rappresenta un serio pericolo per tutti gli automobilisti.

Apprendiamo solo oggi che il ritardo nell´avvio dei lavori di ripavimentazione è dovuto a questioni burocratiche e giudiziarie e che i lavori dovrebbero iniziare nei prossimi mesi, ma non riusciamo neppure ad immaginare come la situazione viaria potrà peggiorare in questo frangente.

Ma se le strade sembrano ormai una groviera, non sono certamente da meno i marciapiedi che presentano ovunque buche, dislivelli, mancanza di mattonelle ed addirittura dei cordoli in pietra.

Basta percorrere i marciapiedi delle centralissime via Ing. Migliorisi (nel tratto di fonte la sede della Polizia Stradale), viale Sicilia, via Dante, viale Ten. Lena e via Archimede (come si evince dalle allegate fotografie) per rendersi facilmente conto dell´incuria con cui gli stessi vengono tenuti dall´amministrazione comunale.

Si tratta di zone percorse quotidianamente da migliaia di cittadini che sono quindi soggetti al rischio di cadute e, in genere, di infortuni il cui verificarsi è sicuramente accentuato dalla mancanza di alcuna segnalazione e, soprattutto nelle ore serali, dall´assenza di una adeguata illuminazione pubblica.

Bisogna attendere che si verifichi qualche grave evento prima che il Sindaco Piccitto si attivi per eliminare queste evidenti situazioni di pericolo?

Come già in precedenza sottolineato, l´Ente comunale è considerato per legge ´custode´ delle strade e dei marciapiedi comunali ed in quanto tale è oggettivamente responsabile del danno creato all´utente dalla strada stessa.

Speriamo che l´amministrazione comunale cominci finalmente a compiere il proprio dovere rendendo praticabili le strade ed i marciapiedi della città, eliminando ogni situazione di pericolo e di insidia per i cittadini.

E´ impossibile che non si riesca a trovare un posto di Terapia intensiva pediatrica in un´area metropolitana. Ora l´assessore regionale alla sanità Lucia Borsellino ed il Ministro alla salute Beatrice Lorenzin si attivino per fare chiarezza su quanto accaduto perché gli italiani sono stufi di essere Vittime dell´inefficienza del sistema. Soprattutto diano le risposte che meritiamo in quanto cittadini italiani.Ragusa, 30.03.2015
avv. Sergio Arezzo avv. Alessandro Sittinieri
(Portavoce comitato di Ragusa) (Dirigente nazionale FDI-AN)