MODICA - LO CHEF MARCO CANNATA CREA UN PIATTO A BASE DI MIELE DI SPUMA E SCACCIA MODICANA

16-04-2015 11:00 -

Il matrimonio tra il Miele di Spuma e la Scaccia: l´invenzione creativa dello chef modicano Marco Cannata

La spuma è una bevanda vintage, low cost, dal gusto frizzante e fresco, che riporta alla mente ricordi di pomeriggi passati all´oratorio o nei circoli a giocare a carte, come accompagnamento a spuntini salati. Una bevanda inventata a metà Ottocento, come risultato di esperimenti dei primi "maestri gazzosai".
Un soft drink, volendo usare un´espressione molto contemporanea, che accompagna gli italiani da oltre un secolo e che, oggi, sta rivivendo una seconda giovinezza. La variante "bionda", la più nota e diffusa (esiste anche nera, bianca, ai gusti di cedro, arancio, ginger), è prodotta da una miscela di infusione di uva sultanina, caramello e aromi naturali (succo di limone, infuso di scorze d´arancia, rabarbaro, vaniglia e spezie). Tuttavia, ogni produttore custodisce gelosamente la ricetta originale come un sacro segreto industriale: gli aromi naturali utilizzati, infatti, variano in base al gusto finale che si vuole conferire.
Marco Cannata, chef del ristorante L´Oste del Borgo di Modica, ha pensato di tributare il giusto riconoscimento alla bevanda nazionalpopolare italiana per eccellenza, dedicandole un piatto particolare e sfizioso, il cui ingrediente principe è, appunto, la spuma. Già, avete letto bene, la spuma; per l´esattezza "Miele di Spuma" (tecnicamente una melassa ottenuta dalla cottura della bevanda ad una temperatura precisa).
Per la sua eccentrica creazione, lo chef ha deciso di utilizzare una spuma realizzata a Modica da una nota azienda presente sul mercato da oltre sessant´anni, nella quale sono rispettati rigorosi standard qualitativi con l´utilizzo di materie prime selezionate. Dunque un vero e proprio tributo ad un´eccellenza imprenditoriale siciliana al 100%.
Il piatto, vero e proprio matrimonio di sapori tra "sua eccellenza la Spuma modicana" e la scaccia di Modica (focaccia locale tipica della tradizione gastronomica contadina), è così composto: cialda croccante di scaccia insaporita con olive nere e buccia di pomodoro, formaggio Ragusano Dop grigliato, Miele di Spuma. Il risultato finale è un gusto composito e deciso, in cui la sapidità del formaggio e della cialda è perfettamente equilibrata dalla dolcezza avvolgente del Miele di Spuma, in un´alternanza di consistenze che vanno dal morbido al croccante, con note olfattive intense ed invitanti.
"L´esperimento che mi ha portato a creare il Miele di Spuma nasce dall´amore per la bevanda prodotta a Modica - spiega Cannata - che mi ricorda l´infanzia tra i vicoli di Modica. Ricordo ancora la motoape che arrivava per ritirare le bottiglie di vetro vuote e lasciare quelle piene al bar. Il mio piatto vuole essere un omaggio ad un´azienda che ha portato il nome della mia città in giro per l´Italia. L´accostamento alla scaccia, altra eccellenza gastronomica e motivo di vanto della città di Quasimodo, non è per nulla casuale".
Un piatto estroso ma che parte dagli elementi tipici della tradizione culinaria siciliana, come nello stile dello chef di Oste del Borgo: il quale propone, nel suo ristorante arroccato in una viuzza del centro storico modicano, piatti in cui semplicità e bontà delle materie prime utilizzate non vengono mai alterate, ma rielaborate con rispetto per i sapori naturali.
Modernità che sposa la tradizione, come la spuma con la scaccia.