09 Agosto 2022
Categorie

VITTORIA - RIPROPONIAMO, PER LA " GIORNATA DELLA MEMORIA " L'INTERVISTA ALL'AVV. SALVATORE LUCCHESI, DEPORTATO A DACHAU, MORTO A 97 ANNI NEL 2018.

l'avv. Salvatore Lucchesi
L'avv. Salvatore Lucchesi era nato a Vittoria il primo gennaio 1921. Allo scoppio della seconda guerra mondiale era stato chiamato alle armi e arruolato come ufficiale degli Alpini. Il 14 luglio 1944 venne arrestato dai nazisti a Udine, in quanto sospettato di rapporti con i partigiani, e, dopo un interrogatorio sommario, venne deportato a Dachau, campo di concentramento a pochi chilometri da Monaco di Baviera: fu uno dei 549 siciliani deportati in Germania.
Qui, con la matricola n. 80.080, fu addetto presso la BMW nella costruzione di aerei da combattimento. L'avv. Lucchesi rimase a Dachau fino alla liberazione, a opera dei soldati statunitensi, il 28 aprile 1945. L'avv. Salvatore Lucchesi si è spento a Vittoria, a 97 anni, il 27 marzo 2018.
Riproponiamo, in occasione della ricorrenza del 27 gennaio, l'intervista che l'avvocato rilasciò al nostro Peppe Guastella nel 2014.

Per non dimenticare

Incontriamo l'avvocato Salvatore Lucchesi in Piazza del Popolo in una mattinata di febbraio, resa tiepida da un pallido sole e da un caldo vento di scirocco, che ci accompagnerà per tutta la conversazione.
L'approccio è reso possibile dal rapporto di amicizia tra l'avvocato e il mio amico Piero, che allo stesso è legato per via del papà, il compianto dottor Salvatore La Terra, stimato e apprezzato medico vittoriese.
Alla nostra richiesta di un'intervista, l'avvocato Lucchesi manifesta, seppur con un certo riguardo nei confronti del suo amico, una certa ritrosia nel voler parlare dei suoi ricordi che di certo, anche se sono trascorsi molti anni, evidentemente non lo lasciano affatto indifferente.
Tuttavia, come chi conosce una strada impervia e alla fine inizia a percorrerla, così inizia il suo racconto.
Il campo di Dachau, ricorda, fu aperto agli inizi del 1933 ed era stato concepito per la prigionia e la rieducazione di prigionieri politici; successivamente nel giugno dello stesso anno fu “riconvertito” in campo di sterminio per gli ebrei.
Dietro gli occhiali scuri, l'avvocato sembra rivedere i fotogrammi di una vecchia pellicola che, per sua stessa ammissione, egli avrebbe voluto rimuovere. Ognuno di quei fotogrammi però è rimasto impresso nella sua lucida memoria, nonostante i suoi 93 anni splendidamente portati: lui infatti li ricorda e li descrive.
Non segue una traccia e neanche un percorso cronologico: i suoi ricordi spaziano dai visi dei suoi compagni di sventura (francesi, russi, italiani) alla puzza pregnante di quei luoghi infernali, al cui pensiero egli non può fare a meno di mostrare inevitabilmente la sua ripugnanza, il suo sgomento, il suo dolore.
Cerco quindi di porgli qualche domanda, alla quale sembra non voler rispondere mentre fila diritto con i suoi ricordi. Scoprirò man mano, durante la conversazione, che le mie domande sono state ascoltate e che presto avranno una risposta; pertanto decido di tacere e mi limito soltanto ad ascoltare, senza mai interrompere, tutto ciò che Egli mi vorrà raccontare.
L'avvocato ci descrive il lager di Dachau come una fortezza dalla quale era praticamente impossibile solo poter pensare ad un tentativo di fug:, era infatti cinto da alte mura con l'alta tensione ed era circondato da un fossato con l'acqua lungo il perimetro esterno; le sentinelle erano armate di mitra sempre lì a vigilare mentre loro, i deportati, erano seminudi.
Era impossibile anche solo poter pensare di fuggire da quel posto!
Ricorda i morti, tantissimi.
Ricorda l'intreccio di quei corpi inermi ammassati in uno spazio all'aperto. Quando ecco si ferma, si guarda intorno, e con il suo sguardo attira la nostra attenzione; ci guardiamo intorno pure noi, mentre lui ci prende le mani e ci sussurra: ecco! Immaginate questa piazza con 4 mila o forse 5 mila corpi senza vita, senza vestiti. Scuotendo la testa ci racconta delle braccia e delle gambe e delle teste di queste persone, che si intersecavano in modo scomposto tra di loro... Lì ad un tratto un singhiozzo interrompe l'atrocità di questi ricordi, ed io inevitabilmente, mentre lo sto ascoltando senza perdermi neanche un suo sospiro, finisco per commuovermi.
Quand'ecco che lui, quasi a volermi confortare, mi prende la mano, aspetta che io mi riprenda un po' dalla mia emozione e mi indica le unghie e mi fa toccare le articolazioni delle sue dita già un tempo fracassate dai colpi dei suoi aguzzini e le unghie strappate a carne viva.
Capisco di essere decisamente inadeguato nel poter proseguire. Sento quindi che il mio corpo è decisamente scosso, provato, da queste affermazioni, ma egli riprende rispondendo ad una domanda che gli avevo rivolto in precedenza e alla quale sembrava non avesse dato ascolto.
“Ricordo” dice, “dopo l'arrivo degli americani dentro il lager continuammo a morire, questa volta però per eccesso di cibo. Si, perchè furono in tanti dopo mesi di inedia, a mangiare fino a scoppiare, alcuni morirono tra i propri escrementi senza neanche riuscire a raggiungere la ritirata, ovvero, come la chiameremmo oggi, la toilette”. E ancora quella puzza insistente, inequivocabile, persistente, di morte e di mancanza di rispetto della dignità umana.
Mentre lo ascolto mi stupisce il ricordo che ha dei compagni, mai dei suoi aguzzini. Mi dice, e ancora si commuove, che il ricordo dell'avvenuta liberazione era accompagnato da un grande senso di colpa.
Colpa? e di cosa? - Chiedo.
E lui: “ per essere riuscito a sopravvivere, quando migliaia di altri compagni invece non ce l'avevano fatta”.
E mi racconta ancora di episodi di compagni francesi che, pur di sopravvivere, violando ogni legge della natura, si erano “cibati” di altri compagni.
Gli chiedo ancora cosa ha portato con sé una volta ritornato alla normalità, alla vita di tutti i giorni insomma.
Ed egli, senza scomporsi mi dice: “il senso di colpa per essere riuscito a sopravvivere ad oltre un anno di prigionia, quando la sopravvivenza media in quell'inferno non superava i tre mesi”, e aggiunge “ il mio sogno ricorrente per circa venti anni fu quello di trovarmi in uno di quei ristoranti che ci sono in autostrada, come si chiamano?” - autogrill, gli rispondo, e riprende. “ sognavo di trovarmi in uno di questi enormi autogrill e di essere sbranato dai miei compagni di allora”.
Capisco a quel punto che non occorre aggiungere altro e mentre cerco di sincerarmi sulle sue condizioni di salute ,visto che ha ripercorso quei lunghi mesi infernali, mi dice ancora: “ qualcuno ha detto che la civiltà di un popolo si capisce dal modo che gli uomini hanno di trattare gli animali”. Lo prendo come l'unico accenno ai suoi aguzzini. Nel frattempo si rovista la tasca interna del giaccone e tira fuori il suo I-Phone, si toglie gli occhiali ed inizia a scorrere con le sue lunghe dita affusolate lo schermo; io invece, nonostante i miei appena 48 anni, inforco i miei occhiali da presbite ed insieme iniziamo a scorrere vecchie immagini del campo di Dachau, dei prigionieri, dei morti...
Ma non ha ancora finito la sua lezione di vita; ormai sa che la nostra chiacchierata è giunta al termine e forse, vedendomi un po' scosso, vuole lasciarmi con il sorriso e, quindi, aggiunge: “durante la prigionia ho avuto modo di imparare un po' di francese e un po' di russo, lei sa cosa vuol dire in russo l'unità?”
- no, rispondo io. E mentre mi regala un sorriso, mi dice ancora: “l'unità in russo vuol dire gabinetto. Per cui deve saper che io ogni volta che mi sono trovato in mano il quotidiano" L'Unità", inevitabilmente non ho potuto fare a meno di pensare che stessi aprendo un water”.
Forse avrebbe avuto ancora voglia di continuare a parlare, ma il rintocco delle campane ci segnala l'arrivo dell'ora di pranzo; chiedo se posso abbracciarlo e lui mi lascia fare. Ci salutiamo e mi rendo conto di aver abbracciato un pezzo di storia.

Peppe Guastella
Vittoria, 11 febbraio 2014
















Notizie Flash
ISPICA - VERTENZA DEL PERSONALE COMUNALE: COMUNICATO DELLA CGIL.
RAGUSA - IL SINDACO SUL MANCATO RICONOSCIMENTO DI " SPIGHE VERDI 2022 "
RAGUSA - CONTROLLI INTERFORZE IN CENTRO STORICO
NOTO - CANTINA MARILINA CONTRO I MEGA FOTOVOLTAICI
RAGUSA - PER LA CGIL INACCETTABILE IL CONTRATTO AIAS
MODICA - CONTROLLO CICLOMOTORI E INQUINAMENTO ACUSTICO
RAGUSA - " RAGUSA AL CENTRO " E L'APERTURA DEL MUSEO ARCHEOLOGICO
04-08-2022 17:18 - Economia
[]
Dipasquale (PD): “Grazie ad un emendamento, saranno erogate le pensioni integrative agli ex dipendenti ASI”

Grazie ad un emendamento sostenuto dal sottoscritto, dall’on.le Cafeo e dall’on.le Foti, saranno erogate le pensioni integrative ai lavoratori ex ASI.

Una questione che si è trascinata per tutte la legislatura, una evidente ingiustizia a carico di questi lavoratori, per la quale, spesso avevamo tentato di intervenire anche come partito.

Nelle more di una soluzione del caso, i lavoratori ex...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
04-08-2022 16:50 - Politica
[]

Circolo di Scicli di " Diventerà bellissima "

Scicli, 04/08/2022

Rifiuti Urbani: Marino vince col Cittadino

I rifiuti urbani sono un problema. Ma a Scicli la stiamo gestendo decentemente. Merito di Mario Marino e anche del singolo Cittadino.

La situazione rifiuti degenera sempre più: noi vediamo solo la cima della montagna, ma sotto sotto ci sarà l’indicibile. In Estate, poi, con l’aumento della raccolta, si deborda oltre i limiti e si va dritti verso il precipizio.

Pur con timore per la nostra i...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
03-08-2022 12:39 - Economia
[]
PERFORMANCE 2019, INDENNITA’ DI RISULTATO, RIPARTIZIONE

DEL FONDO 2021: LA FP CISL COMUNICA LE NOVITA’ PER IL PERSONALE DEL COMUNE DI ISPICA DOPO IL CONFRONTO CON IL SINDACO

Le Rsu della Fp-Cisl, sotto la supervisione della segreteria generale guidata da Daniele Passanisi, hanno incontrato il sindaco di Ispica, Innocenzo Leontini. Si è trattato di un confronto di notevole spessore anche alla luce delle rilevanti problematiche sollevate dal personale negli ultimi mesi. La segreteria generale era...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
02-08-2022 11:48 - Istruzione e Formazione
[]
A scuola di Ecologia fluviale

Monitoraggi e ricerche fortemente innovativi di Ecologia Fluviale svolti in collaborazione tra l’I.I.S. “G. Ferraris” di Ragusa, ed i biologi dell’RTP “Macrostigma siciliana” (Antonino Duchi e Monica Giampiccolo) nell’ambito del progetto “Implementazione dell’incubatoio per l’allevamento, la salvaguardia e la conservazione della Trota macrostigma (Salmo cettii)” promosso dal Dipartimento Pesca della Regione Sicilia, ente attuatore il Libero Consorzio Comunale di R...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
31-07-2022 18:03 - Attualità
[]

Mercoledì 3 agosto, alle ore 17.00, prenderà avvio la seconda edizione della manifestazione “Percorsi al crepuscolo” che prevede visite guidate a cura dell’Associazione delle Guide Turistiche della Provincia di Ragusa (AGT Ragusa) presso il Parco Archeologico di Cava Ispica e il Convento della Croce a Scicli.

L’iniziativa, patrocinata dal Parco Archeologico di Camarina – Cava Ispica mira a promuovere e far conoscere ai visitatori, previo un piccolo contributo, i siti archeologici e i monumenti...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
29-07-2022 18:00 - OBITUARY
[]
Si é spento il prof. Sebastiano Dibenedetto: era nato a Monterosso Almo 76 anni fa. Laureato in Lettere, il prof. Dibenedetto aveva partecipato, sin da giovane, alla vita politica della sua città e si era distinto per impegno e competenza: aveva ricoperto a Monterosso la carica di sindaco, militando nelle fila della Democrazia Cristiana. Trasferitosi a Ragusa, con l'avvento della " II Repubblica " aveva seguito le orme di Berlusconi e aveva raggiunto in " Forza Italia " posizioni di rilievo ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
29-07-2022 12:55 - Economia
[]
Non vi sarà alcun aumento della TARI per il 2022, anzi sarà operata una riduzione per le utenze domestiche del 26%, mediamente. A comunicarlo, l’assessore alle tasse e tributi, Manuela Pepi. “Grazie al decreto ministeriale n. 50/2022 del 15 luglio 2022, possiamo alleggerire i costi della TARI ai cittadini di Comiso”.

“ E’ veramente motivo di soddisfazione potere dare questa notizia alla città – commenta l’assessore Pepi – alla quale poche settimane fa, per motivi di trasparenza e correttezza ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
ANGELO GIGLIO FOTOGRAFIA
ANGELO GIGLIO FOTOGRAFIA
Utenti Online
6

Visitatore Numero
1981349

totale visite
7692654

07-08-2022 12:22 - Eventi
[]
DONNAFUGATA FILM FESTIVAL PER UNA SERA AL PARCO ARCHEOLOGICO DI KAUCANA. GRANDE PARTECIPAZIONE TRA MASTERCLASS, FILM, DOCUMENTARI. SI RITORNA AL CASTELLO DI DONNAFUGATA PER LA CONCLUSIONE CON OSPITE PAOLA QUATTRINI.

Un numerosissimo pubblico ieri sera per il DonnaFugata Film Festival, eccezionalmente al parco archeologico di Kaucana, ospite del Kau Fest diretto da Maurizio Nicastro. Grande partecipazione per la masterclass con la costumista Daniela Ciancio alla presenza del direttore artistico...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
07-08-2022 12:08 - Eventi
[]
Sabato 6 agosto arriva la Promenade, una passeggiata musicale a Ragusa

Prosegue la prima edizione del Festival Internazionale della Chitarra “El Lanto de la Guitarra” di Ragusa.
Dopo le prime due serate all’interno dell’Atrio del Centro Commerciale Culturale il Festival Internazionale della Chitarra invade le strade della città di Ragusa, alla scoperta dei palazzi e dei cortili più affascinanti.

L’evento, con ingresso gratuito, partirà alle ore 18.00 dal Centro Commerciale Culturale, con il con...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
02-08-2022 12:44 - Eventi
[]
APPLAUSI E GRANDE SUCCESSO PER LA COMPAGNIA GODOT E “I GIGANTI DELLA MONTAGNA” DI PIRANDELLO, SPETTACOLO DELLA 12^ EDIZIONE DI PALCHI DIVERSI ESTATE 2022. SI TORNA IN SCENA NEL FINE SETTIMANA CON "L'AVARO".

RAGUSA – Lunghi applausi scroscianti per i fantastici attori della Compagnia teatrale G.o.D.o.T. e la loro rappresentazione de “I giganti della montagna” di Pirandello, spettacolo inserito nel cartellone di “Palchi Diversi Estate 2022”. Una intensa messinscena e una profonda interpretazion...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
02-08-2022 12:32 - Angolo dell´Arte
[]
(Sicilia – Ragusa) Pozzallo, 3 agosto – 3 settembre 2022

Frazioni di Infinito

Giuseppe Colombo, Giuseppe Costa, Giorgio Distefano, Marilina Marchica, Ettore Pinelli, Salvo Rivolo, Alessia Scarso, Federico Severino, Giuseppe Vassallo, Giovanni Viola, Vlady (Art)

a cura di Giovanni Scucces

Dal 3 agosto al 3 settembre 2022

vernissage mercoledì 3 agosto ore 19.30

SACCA gallery – Via Mazzini 56 – Pozzallo (Ragusa)

Che aspetto ha l’infinito? Difficile dirlo in maniera univoca. Tuttavia, prova a darne una ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
30-07-2022 12:52 - Angolo dell´Arte
[]
“Gli artisti incontrano la storia e la magia nel castello di Cefalà Diana”

16 agosto 2022

Inaugurazione

2ª Collettiva internazionale d’arte

Dopo cinque anni tornano al Castello di Cefalà Diana oltre 60 artisti provenienti da Malta, Ungheria, Russia, Danimarca, Germania, Bosnia Erzegovina ed Italia per la seconda collettiva internazionale d’arte denominata “Gli artisti incontrano la storia e la magia del Castello di Cefalà Diana” con la relativa inaugurazione prevista martedì 16 agosto alle ore 18...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
29-07-2022 11:22 - Eventi
[]

Le “Notti di BCsicilia”. Isola delle Femmine: visita guidata in notturna alla Casa Museo “Joe Di Maggio”

Nell’ambito della manifestazione “Le Notti di BCsicilia” si terrà lunedì 1 agosto 2022 alle ore 22,00 a Isola delle Femmine la visita guidata in notturna alla Casa Museo “Joe Di Maggio”. L’appuntamento è in Via Cutino, 14. Ingresso gratuito. L’iniziativa è organizzato dalla Sede di Isola delle Femmine di BCsicilia e dall’Associazione Isola Pittsburg Forever. E’ necessaria la prenotazione. T...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
DELLE COSE DI SICILIA
27-07-2022 15:59 - Rubrica DELLE COSE DI SICILIA Uomini e fatti senza tempo
[]
Sabbinìrica: una parola siciliana che ti faceva sentire odore di casa

Oggi riscopriamo un Saluto Antico...

Il Saluto Antico è "Sabbenerica a Vossia"; un saluto utilizzato sino agli anni '50-'60 dai Nostri Antenati Siciliani (Nonni, Bisnonni ecc.…). Questo Saluto si usava in tutti i momenti della giornata, specialmente la mattina o quando ci si incontrava per strada; esso esprimeva una forma di Benedizione.

A questo Saluto si rispondeva solitamente con: “Santu e Riccu !” (traduzione: “Che tu sia ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]

invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è l´azienda NOME, il sito web NOMESITO.IT è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor NOME e COGNOME. Recapiti e dati legali:

Via XXX,XX - 00000 CITTA PR - P. IVA 00000000000

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a INFO@NOMESITO.IT oppure indirizzare una comunicazione scritta all´indirizzo della sede legale sopra citata.
torna indietro leggi Privacy Policy  obbligatorio

cookie